Copywriter: il mestiere più bistrattato

  • 26 ottobre 2013 /

katia2

Non volevo diventare Copywriter, a dire il vero ci sono arrivata per gradi, ho iniziato come “articolista”, sottopagata come tanti, e per sentito dire ricordo frasi del tipo “ma cosa ci vuole a scrivere qualche frase…”. Già, ma allora perchè non ve le scrivete voi se è tanto semplice? Perchè dicono “loro” di non avere tempo. Poi è arrivato “il” SEO, gli e-commerce e tutti quelli che vogliono vendere prodotti e servizi online o tenere aggiornati siti, hanno bisogno di testi ottimizzati SEO originali al 100%. E poi sono arrivare anche le persone intelligenti che riconoscono nel lavoro del copywriter tanta professionalità legata ad altrettanti servizi che un copy offre.

Io inizialmente scrivevo racconti, ho pubblicato qualche libro ma la censura dispotica dei centri culturali dei piccoli paesi non era ancora pronta a quello che poi sarebbe davvero accaduto.

Partendo dal presupposto che la crisi c’è ma non appartiene ad internet, se vuoi un testo performante lo devi pagare il giusto. Le ore al copy che le paga? Ma non è solo una questione di tempo, ma anche di idee, ed un copy ne ha tante, ma se messo alle strette e bistrattato, un copy si inaridisce.

Amo scrivere, è la mia passione, è la mia vita, non invecchieranno mai le miei idee, anzi, troveranno risposte nuove e nuove intuizioni ogni giorno, questa è una professione dove l’esperienza ti ripaga. Mi piace lasciare il segno, leggere nei pensieri della gente ed offrire risposte ancora prima che le persone le esprimano. Se vuoi avere successo non devi stancare, non devi ripetere i concetti che tutti sanno, ma devi accorgerti delle sfumature che rendono ogni testo diverso. “Appesantire” troppo il proprio sito con contenuti troppo lunghi, non paga, si possono creare pagine di vendita, approfondimenti, newsletter, lasciamo l’utente, l’ipotetico cliente libero di scegliere: legge chi vuole leggere, non a tutti serve. L’attenzione viene catturata nelle prime righe, “implementiamo” queste. Impariamo a scrivere quello che l’utente vuole leggere. Rassicuriamolo, gli stiamo facendo un favore, lo stiamo aiutando a crescere, a capire, non lo stiamo “fregando”. Sproniamolo a compiere l’azione e facciamo in modo che creda nel nostro prodotto e nel nostro servizio. Mostriamo tutta l’efficienza dei nostri prodotti e servizi, mostriamoci leali e sicuri. Abbiamo bisogno di certezze, affidati quindi ad un copywriter che sappia scrivere… sempre e solo la verità: anche le bugie infondo sono delle piccole verità da interpretare nel migliore dei modi!

 

Leave a Comment:

Scopri la tua Mente - Scarica il mio modello e cambia.

x